-->

11 agosto 2017

"Delirium" di Lauren Oliver



Buon sabato pomeriggio carissimi, finalmente mi sono dedicata alla Recensione di un libro che ho amato alla follia: Delirium di Lauren Oliver.
Ho prenotato questo romanzo in biblioteca dopo aver divorato Prima di domani sempre della Oliver (trovate la mia Recensione QUI), il suo stile mi aveva catturato così tanto che volevo immediatamente leggere qualcos’altro di suo. Ovviamente mentre leggevo Delirium sono rimasta nuovamente folgorata e spinta dal desiderio di avere l’intera trilogia per me ho iniziato a cercarla in internet per acquistarla. Potete immaginare il mio sconforto quando non ho trovato nemmeno una copia cartacea disponibile, ho guardato ovunque: Amazon, Ibs, Il Libraccio, Ebay e sul sito della Piemme, nulla, nada, nisba!
Vuoto totale!
Non ci sono copie disponibili a meno che non punti sull’eBook ma io volevo il cartaceo, che nervi! Quindi mi sono arresa alla biblioteca e con calma leggerò tutta la trilogia e, credo, tutta la produzione letteraria della Oliver.

Le malattie più pericolose sono quelle che ci fanno credere di star bene.
-Quarantaduesimo proverbio del libro di Ssh-

Immaginate un mondo dove non esiste l’amore, immaginate che sia vietato, inaccessibile e considerato una malattia tremenda da debellare.
Lena vive in questo mondo, un luogo triste e grigio in cui tutto è piatto: la vita, le emozioni, i sentimenti, la musica, l’arte, la scrittura, insomma proprio tutto!
Perché senza amore non c’è nulla, l’amore è il motore di ogni cosa.
Lena però non lo sa, è cresciuta in questo mondo e crede ciecamente in quello che le viene detto infatti, a soli diciassette anni, Lena ha sofferto parecchio.
Sulla sua testa c’è il peso di una madre malata, una madre che non ha rinunciato all’amore e che per questo si è suicidata, avere una parentela così è una condanna, un peso tremendo.
Lena infatti non vede l’ora che arrivi il suo diciottesimo compleanno, traguardo che segnerà l’arrivo della cura ovvero un intervento chirurgico al cervello che elimina l’area dalla quale prende vita il sentimento dell’amore, elimina la più mortale delle malattie: il Delirium Amoris Nervosum.
Tutti i giovani si sottopongono a questa operazione e ne tornano cambiati, sereni, pacati, piatti, vuoti, grigi.
Ma Lena non la vede così, vede la cura come un ancora di salvezza, come il meritato riposo dopo anni di fatica, la possibilità di non sbagliare come sua madre, di non ammalarsi.
L’amore, però, è imprevedibile e nonostante Lena faccia di tutto per allontanarlo questo la attira sempre di più.
Infatti, la giovane conosce Alex e si innamora perdutamente di lui.


Tutto si capovolge, tutto cambia aspetto, tutto viene colorato da una luce nuova e Lena inizia a mettere in dubbio tutto il suo mondo.


La società mente? L’amore è davvero una malattia?
In effetti, non tutti sono convinti che la cura è la soluzione migliore, questa loro opinione li fa diventare dei reietti, dei criminali: i Simpatizzanti! E per loro la pena è la morte o l’incarcerazione nelle Cripte.
C’è solo un modo per sfuggire al mondo di Lena ossia fuggire nelle Terre Selvagge: un luogo oltre le reti elettrificate, una terra incontrollata dove vivono
gli Invalidi, i malati.
Delirium è un romanzo travolgente che mi ha lasciata senza parole e mi ha letteralmente stregata, non ero preparata a una lettura tanto emozionante.
Pian piano vedremo Lena rinascere, fiorire e scoprire cos’è l’amore vero, la vedremo mettere in discussione tutto il suo mondo e opporsi a esso con tutte le sue forze.
Lena affronterà il dolore, la pena della perdita e ci sorprenderà con la sua capacità di superare le barriere, in particolar modo quelle mentali.
Proprio così, perché la società in cui Lena è immersa, è una società diabolica e crudele che con una propaganda intensa e potente entra nelle menti dei cittadini irretendoli e trasformandoli in tanti burattini, il controllo militare e medico è strettamente legato alla remissività di una popolazione convinta che la cura sia la salvezza e che quindi non fa nulla per impedire questa violenza.
Quanto può essere forte quello che ci viene inculcato?
Quanto potere ha la propaganda che i governi ci propinano per convincerci che questo è il modo giusto di vivere?
Quante verità vengono nascoste e quante bugie passate per vere?
Il mondo creato dalla Oliver è attualissimo e il pensiero di essere costantemente manipolati impaurisce e spaventa.
Per Lena sarà difficile accettare che tutto ciò che le hanno sempre detto è una menzogna, che l’amore non è una malattia ma un sentimento meraviglioso che rende le persone felici, libere e piene di vita.
Un sentimento che rende imprevedibile e incontrollabili perché per amore si fa qualsiasi cosa!
La storia che nasce tra Lena e Alex è pura poesia, mi sono emozionata moltissimo nel leggere del loro amore che cresce e riempie le pagine come una musica irresistibile, un canto che non si può non ascoltare.


Molte persone sottovalutano la letteratura fantasy Y/A, pensano sia spazzatura o letteratura di seconda mano, in realtà dentro questi libri sono racchiusi grandi insegnamenti e storie meravigliose, Delirium è una lettura che rimane nel cuore, scava un posticino proprio dove le emozioni si sentono più forti, un libro che ci fa vedere le cose da un punto di vista nuovo, mette in luce valori che diamo per scontati.
Il romanzo della Oliver è strutturato in modo brillante e chiaro, l’organizzazione sociale e politica, la mentalità dilagante, la propaganda utilizzata e la grande letteratura creata per sostenere quest’ultima.
Ho adorato tutte le introduzioni ai vari capitoli, pezzetti di “Il Manuale di Sicurezza e Soddisfazione” chiamato anche il “Libro di Ssh” oppure i detti popolari o antichi, tutto ciò per rendere ancora più preciso il mondo creato.
Anche i personaggi sono unici e perfetti, Alex è sicuramente il mio preferito, ho adorato ogni suo dettaglio ma soprattutto la sua indomita passione e la vitalità che emerge dalle pagine dal momento che lui entra in scena.
Credo di aver parlato a sufficienza e che abbiate capito quanto ho amato questa lettura, leggetelo, lo so che sono tre libri ma dovete leggerlo perché diventerà una parte di voi.
L’amore, quello vero e puro, invade ogni pagina: apre gli occhi, conquista il cuore e espande la mente!

Valutazione



AUTRICE: Lauren Oliver è un'acclamata autrice che in America ha raggiunto i vertici delle classifiche. Sempre per Piemme Freeway è uscito "E finalmente ti dirò addio"; per Il Battello a Vapore "Il viaggio di Lili e Po" e "Splinders". 

La serie di Delirium è così composta:

-Delirium
-Chaos (titolo originale Pandemonium)
-Requiem

-Hana. A Delirium story/ Hana. Il veleno sulle labbra (Delirium 1.5). Solo in eBook
-Annabel. A Delirium story (Delirium 2.5). Non ancora tradotto in Italia
-Alex. A Delirium story (Delirium 3.5). Non ancora tradotto in Italia
-Raven. A Delirium story (Delirium 4.5). Non ancora tradotto in Italia
 

A mio parere le cover originali sono fantastiche!! *-*

1 commento: